Chi non è a conoscenza della famosissima e romantica storia del matrimonio proibito tra Renzo e Lucia, i Promessi Sposi di Alessandro Manzoni? L’amore osteggiato dei due è uno dei simboli dell’Italia ottocentesca, e anche grazie a questo storico romanzo, oggi, il Lago di Como può vantare un turismo d’elite e fama internazionale.
Dall’angelica protagonista del romanzo prende infatti il nome la nostra barca, “La Lucia”, usata ai tempi per trasportare cose e persone da una sponda all’altra del lago, un’antenata delle moderne barche della Riva, potremmo dire. Fu progettata come barca da pesca, e prendendo poi sempre più piede nel commercio e nei trasporti ne furono fatte varie copie che navigavano sul lago quotidianamente.

Una leggenda vuole che questa stessa barca fosse stata usata da Renzo e Lucia per fuggire da Don Rodrigo e poter così celebrare il loro matrimonio, creando così un’aura di mistero e romanticismo attorno l’imbarcazione.
Oggi, “La Lucia” non è più usata per pescare o per scopi commerciali, ma è soprattutto adoperata per matrimoni ed eventi mondani,sempre elegantemente decorata e pomposa, al fine di creare effetti scenici degni di un film.

2022 © - P.IVA 03035100969 - Design by webvox.it